Cerca
  • bobmailonstudio

Estetica Dentale: Rischi dello sbiancamento low cost?


La nuova direttiva UE però pone misure restrittive sui prodotti low cost, potenzialmente dannosi.



I denti bianchi racchiudono tutta la bellezza della bocca, un risultato che parte innanzitutto da una corretta igiene orale.

Curare i denti è uno dei primi passi per mostrare una bocca sana e dalla dentatura luminosa, ancor più in estate con l' abbronzatura.

È proprio la dentatura luminosa ciò che tutti intendono per bellezza: una bocca sana non può prescindere da una corretta igiene orale e, insieme a questa, una delle pratiche più richieste è lo sbiancamento sebbene quest' ultimo sia finito sotto accusa: ciò dipende dalle quantità degli agenti sbiancanti, motivo per il quale l' Unione Europea ha regolamentato la produzione e la vendita di tali prodotti con le relative percentuali di perossido di idrogeno.

In questo blog vorrei rispondere alle domande frequenti dei miei pazienti e chiarire perché lo sbiancamento professionale presso lo studio dentistico ha dei costi differenti rispetto ad uno sbiancamento low cost o fai da te.



Come si effettua?


Esistono diversi modi per sbiancare i denti, più o meno durevoli e caratterizzati da prezzi più o meno alti. Si può ricorrere al dentifricio, che in realtà non ha effetto sbiancante ma smacchiante e che deve essere usato con parsimonia per non danneggiare il dente. Esistono, inoltre, le diffusissime strisce sbiancanti, che contengono molto perossido d’idrogeno poiché sono soggette a una dispersione del gel in bocca.

Esistono poi le tecniche di sbiancamento più costose ma affidabili da praticare direttamente dal dentista.

Gli sbiancamenti effettuati negli studi dentistici possono avvenire direttamente alla poltrona del dentista con o senza lampada in una sola seduta e assicurano una durata di due o tre anni; in casa, a prezzi più elevati, si può fare lo sbiancamento con mascherina individuale preparata in laboratorio all' interno della quale si appone un gel da portare la sera per circa un ora.

Una pratica a parte è la pulizia dei denti, che incide direttamente su tartaro e placca e va effettuata prima dello sbiancamento professionale.



Si può fare su tutti i pazienti?


La risposta è no perché i prodotti sbiancanti dovranno essere usati solo dopo attenta visita del dentista che escluda patologie orali poiché, in caso di gengiviti o malattia parodontale, ad esempio, devono prima essere curate tali patologie in modo da poter eseguire solo in un tempo successivo lo sbiancamento professionale.



Perché dal dentista il costo è differente?


Presso il mio studio vengono usati solo prodotti certificati.

Tale utilizzo non può prescindere dal porre una particolare attenzione verso i tessuti molli infatti, viene applicato un materiale chiamato diga di gomma, da apporre con particolare attenzione sulle gengive, poiché ha la funzione fondamentale di proteggere e preservare adeguatamente queste ultime durante la procedura dello sbiancamento.



Perché i prodotti low cost sono dannosi?


Dannosi perché la presenza di biossido di cloro, peraltro lo stesso acido utilizzato per tenere pulite le piscine e spesso contenuto negli sbiancamenti low cost, pur avendo effetto sbiancante è risultato essere estremamente pericoloso per la salute dei denti poiché corrode la parte superficiale dello smalto rovinandolo irrimediabilmente.




Cosa ha sancito l' Unione Europea?


A fronte dei prezzi sul mercato, chi desidera avere denti bianchi spesso si rivolge a prodotti low cost, ovvero tra i 15 e i 20 euro per l’Italia e sotto alle 10 sterline per l’Inghilterra, nazione in cui questi procedimenti a basso costo sono sotto accusa poiché potrebbero mettere a serio rischio la salute dei denti. Per regolamentare la produzione e la vendita di prodotti da banco per la bocca, l’Unione Europea ha deciso che entro il 31 ottobre 2012 tutti gli stati europei dovranno recepire la direttiva che impone lo 0,1 % di perossido per i prodotti liberi e cosmetici e una percentuale più alta per i prodotti dentistici da usare in ambulatorio.



La qualità dell' agente sbiancante e la precisione con la quale devono essere isolate le gengive e i circostanti tessuti molli nonché un accurata visita che escluda patologie per le quali si palesi l' impossibilità di effettuare nell' immediato lo sbiancamento professionale fa di quest' ultimo un presidio medico-estetico serio che solo il dentista può valutare se e come fare chiaramente sempre in accordo con il paziente e con le aspettative di questo' ultimo.





Studio Dentistico

Dott.ssa Fabiola Alfonso

Via Genova 10, Alghero

Tel. 3898486689


1 visualizzazione0 commenti